Strada facendo… durante il viaggio di rientro del 2017 da Rovaniemi a casa, “dopo aver compiuto la missione di recapitare le letterine a Babbo Natale”, pensavo già ad organizzare un viaggio benefico per l’anno 2018, sempre in sella ad una “lamiera piegata con due ruote” chiamata Vespa, ovvero il filo conduttore di tutti i nostri progetti.
Ed ecco che dopo un mese di tregua, io ed il mio amico, sempre lui, “quello dal cuore d’oro”, con un sorriso immenso, carichi e motivati, visto i risultati del progetto appena ultimato, pianifichiamo il viaggio per l’anno 2018.
Rotta Bielorussia, per la precisione la regione di Homel’, fortemente colpita dal disastro di Černobyl’ del lontano 1986.
Obbiettivo: risanamento di scuole, strutture sanitarie, e sostegno a tutti gli enti che operano con le disabilità, e a tutti i progetti di accoglienza sanitaria per i minori bielorussi in Italia.
Da questo momento nasce il progetto denominato UN VIAGGIO PER LA VITA
Contattai telefonicamente la famosa associazione Help For Children Parma, che opera da parecchi anni in questo campo, e parlai con Gabriella, il FULCRO di Help, esponendo il progetto che avevo in mente, due minuti di silenzio totale, poi senza salutare, pensando che parlava con “UN FOLLE” passò la telefonata a Giancarlo, marito e presidente dell’associazione, che cercò di capire cosa voleva questo folle.
Mi chiesero un incontro, e da quel momento nacque un’amicizia, ed un lungo percorso di sostegno all’associazione che durerà a lungo.
Insieme a Giancarlo e Gabriella pianifichiamo il viaggio da compiere nel mese di agosto:
. 16 stati
. più di 8500 chilometri in 14 giorni
. una Vespa totalmente conservata, modello VNB3 classe 1962 di nome Gaspare
Attraversando:
Italia, Austria, Repubblica Ceca, Polonia, Bielorussia (regione di Homel’), Estonia, Lettonia, Ucraina (Černobyl’), Moldavia, Romania, Bulgaria, Turchia (Istanbul), Serbia, Montenegro, Bosnia ed Erzegovina, Slovenia, per poi rientrare in Italia.